#Ferrari Maximum Rosé – Un #trentodoc senza fronzoli


Quando mia moglie, ex astemia convertita alla passione per i vini spumanti, nonostante finisca il suo calice mi dice “lo sento troppo secco” significa generalmente che davanti ho un qualcosa di nervoso, asciutto, croccante…insomma, abbastanza distante dai Satèn franciacortini.

maximum_rose

A volte ci prende pure, centrando in pieno vini senza eleganza e tutta spinta. A volte invece si perde la spettacolare forza di alcuni ottimi bicchieri, e questa è una di quelle occasioni (ps. in realtà, come dicevo, calice finito).

In effetti questo Maximum Rosé il suo impatto ce l’ha, ed anche forte. Dopo un colore brillante, rugginoso e molto elegante, si nasconde un body builder niente male (36 mesi sui lieviti per il 70% di pinot nero, mica robetta). Tutto giocato sui toni alti, senza scendere mai, sapidità e freschezza strabordanti, ben bilanciate da un 30% di chardonnay che conferisce eleganza ma anche morbidezza. Sotto la superificie, certo, ma molta morbidezza.

Un sorso decisamente nerboruto, teso lungo l’intero sviluppo che conduce ad un finale estremamente nitido, pulito e piacevolissimo. Per ricominciare daccapo.

Annunci

One thought on “#Ferrari Maximum Rosé – Un #trentodoc senza fronzoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...