Telefonia fissa e nuove tariffe #TelecomItalia: io vedo solo aumenti, dove sbaglio?


Una piccola premessa visto che, volente o nolente, di queste cose “ogni tanto” me ne occupo per lavoro. In ambito business, la componente di spesa per la direttrice fisso-mobile (chiamate originate dal telefono fisso e destinate a cellulari) rappresenta la componente preponderante della fattura (stimabile nell’ordine di almeno il 70%). In ambito consumer invece, ossia nelle nostre case, la percentuale è decisamente più bassa e questo per una ragione fondamentale: abbiamo tutti un telefono cellulare e per chiamare altri cellulari conviene usarlo rispetto al telefono fisso. Alzi la mano chi non ha mai rimproverato partner o figli per l’unica telefonata del mese verso un cellulare dal telefono di casa. Sia chiaro, esistono eccezioni, ma sfido chiunque a dimostrare il contrario.

Detto questo, alla lettura delle notizie riguardanti il nuovo piano tariffario di Telecom Italia sono rimasto molto sorpreso. La sorpresa non è andata via tanto da convincermi che nel mio ragionamento deve esserci necessariamente un errore. Chi mi aiuta a trovarlo? Vi spiego.

Il nuovo piano tariffario base, da quello che mi risulta destinato al solo segmento consumer (quindi alle nostre case e per la telefonia fissa)  prevede una medesima tariffa sia che si chiamino altri telefoni fissi sia che si chiamino telefoni cellulari. Indovinate un po’: la nuova tariffa è circa la metà di quanto costano adesso le telefonate verso i telefoni cellulari (e la pubblicità dice, ovviamente, solo questo); stiamo parlando di 5 centesimi al minuto contro circa i 10 centesimi attuali. Peccato che adesso le telefonate verso altri telefoni fissi costano 1,9 centesimi, mentre domani il prezzo salirà a 5 centesimi. Tralascio piccoli aumenti di canone e scatto alla risposta, ove previsto.

Fare 1+1 (e io l’ho fatto con i dati dell’ultima relazione AGCOM) conduce ad un aumento per le bollette residenziali stimabile almeno nell’ordine del 18%, e sono stato buono.

Rincaro la dose: sempre AGCOM ha stabilito un piano di riduzione delle tariffe fisso-mobile per i prossimi anni alle quali gli operatori di telefonia fissa dovranno adeguarsi. Indovinate un pò qual’è il prezzo obiettivo? Bravi, più o meno il valore della nuova offerta Telecom Italia che quindi ha di fatto solo anticipato un obbligo futuro e non lo ha fatto di certo nell’ottica di un’operazione brillante di marketing. Peccato che ha deciso di recuperare dalle chiamate verso rete fissa che, come detto, rappresentano la ciccia della bolletta di ogni famiglia.

Sono certo che nel ragionamento ci sia un errore, altrimenti emigro. Mi aiutate a scovarlo?

 

images

 

Annunci

2 risposte a "Telefonia fissa e nuove tariffe #TelecomItalia: io vedo solo aumenti, dove sbaglio?"

  1. E’ strano, ma tutte le aziende tendono a cercare di fare profitti 😦
    In alcuni casi nessuno li può contrastare, per fortuna in questo caso rimane il libero arbitrio…
    Alcune direttrici scendono, altre salgono. Viva il sano arbitraggio.

    Mi piace

    1. Per carità, tutto legittimo. è un chiaro tentativo di rimodulare i flussi di traffico e riportare la gente a chiamare i mobili dal telefono di casa. Nel frattempo, però, gli effetti saranno disastrosi e lo sanno bene. Mi aspetto azioni da parte di associazione consumatori. In ogni caso anche io penso che la gente sia sveglia, quindi starà attenta

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...