Juventus – Bologna, considerazioni


Sono sincero, quasi tutte le volte che mi trovo a scrivere  due pensieri sulla partita della Juventus mi trovo a partire dallo stesso concetto. Ovvero quello di una squadra che non molla mai, che crede anche all’ultimo secondo di orologio. Non è un caso, lo dicono tutti, lo dico anche io.

La furia con la quale ieri si è cercato il gol è il segreto, a mio avviso dell’imbattibilità. Ma c’è di più, è una furia quasi controllata, fatta di pochi pallone buttati in avanti e di tentativi di passare per un’intuizione in verticale o per i piedi di chi riesce a creare la superiorità numerica.

In mezzo una partita mostruosa di Paul Pogba. A parte il gol, a parte il palo, a parte i recuperi, a parte stop volanti, a parte passaggi a raffica, quello che stupisce è la presenza solida e presente di un giocatore in mezzo al campo di una squadra collaudata e di campioni. Questo è uno da tenersi stretto e capisco ora benissimo perché raccontavano di un Ferguson così furioso per averlo perso a parametro zero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...