I miei nonni e la crisi


I miei nonni, come tutti i nonni delle persone della mia generazione, hanno passato intere esistenze a lavorare dalla mattina alla sera e anche un pezzettino di notte, a cucire sotto la finestra per non accendere la luce, a fare le coperte con i rimasugli dei gomitoli, a non avere nel proprio vocabolario la parola vacanza e forse, anche per questo, a sopportare le asperità della vita come noi oggi (almeno io) non siamo assolutamente in grado di fare.
E oggi, seguendo la triste cronaca finanziaria di quel che resta della loro Italia, sono quasi contento che non ci siano più, e che non possano vedere i loro figli e nipoti che hanno rovinato tutto.
Ciao nonni, anche adesso, come sempre, abbiam bisogno di voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...